• mercoledì 11 dicembre 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAdomenica 5 marzo 2017 14:40

Secondigliano, lavori fermi sul corso: nasce la pizza per denunciare 11 anni di ritardi

Una margherita con al centro raffigurato il numero 11 con il fiordilatte. 11 come gli anni di ritardo dei lavori di riqualificazione di corso Secondigliano. L'idea è di Maurizio Del Buono, maestro della pizzeria "Da Gennaro", che proprio a corso Secondigliano ha la sua storica sede (il padre Gennaro ha portato in giro per il mondo la sua arte della pizza e nella costruzione dei forni dedicati).

Così le pizze a tema sbarcano anche in quella periferia da cui si leva un grido di denuncia di fronte ad una strada, un tempo  boulevard a vocazione commerciale che attraeva clienti da tutto l'hinterland a nord di Napoli,  oggi ridotto a simbolo

dell'abbandono di un'intera fetta di città. 

«Undici - spiega Raffaele Ambrosino, già consigliere comunale di Napoli (nella foto con Maurizio Del Buono) - è lo scandaloso numero di anni passati dall'inizio dei lavori di riqualificazione del corso. Opera che resta ancora incompleta dopo 136 mesi e 4200 giorni di attesa».

Il cordolo spartitraffico è stato rimosso soltanto in parte della strada, dove nel giro di pochi mesi si sono formate pericolose buche. Tutt'intorno, arredo urbano nel più totale degrado, cura degli alberi a singhiozzo, illuminazione pubblica insufficiente, solo per citare alcuni dei disagi con i quali devono fare i conti commercianti e residenti.

«Di promessa in promessa delle le amministrazioni che si sono susseguite - aggiunge Ambrosino - la parte iniziale dei lavori è già degradata mentre quella da terminare ancora attende la ripresa del cantiere. Per qualche settimana di ritardo per i lavori nel centro di Napoli, a via Marina, si mobilitano politici, assessori, giornali e televisioni. Di questo scandalo invece, nessuno, se non qualche meritevole politico di quartiere, se ne occupa. Completo disinteresse. La periferia è trattata da periferia da troppi, questo è il problema».

 

Clicca mi piace per restare aggiornato

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...