• lunedì 26 agosto 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAgiovedì 14 giugno 2018 18:45

Cimitero di Secondigliano nel degrado, al via la raccolta firme della Lega

Erba incolta finanche sulle tombe, rifiuti accatastati tra i viali, pavimentazione dissestata, bagni rotti, ascensori malfunzionanti. Contro il degrado, sempre più dilagante, del cimitero di Secondigliano, scende in campo la Lega.

Il partito di Salvini, attraverso il coordinatore della VII Municipalità, Gennaro Casone, ha infatti avviato, proprio fuori al camposanto di via Cassano, una raccolta firme ad oltranza, per chiedere al Comune interventi urgenti per ripristinare il decoro e fronteggiare quella che rischia di diventare un’emergenza igienico – sanitaria.

«Il cimitero di Secondigliano – denuncia la Lega – da luogo dedicato alla commemorazione dei defunti si è trasformato in una discarica a cielo aperto, una continua offesa alla dignità dei cittadini. Per questo chiediamo l’immediata bonifica delle isole destinate alle inumazioni, il ripristino e l’ordinaria manutenzione dei bagni, la pulizia dei giardini e la rimozione degli alberi pericolanti, l’osservanza delle norme igienico – sanitarie».

Oltre 500 le firme raccolte in poche ore dopo la mobilitazione della Lega che annuncia per sabato 16 giugno, dalle 17 alle 19, un nuovo gazebo, per sollecitare le istituzioni sulla questione cimitero, al corso Secondigliano, 475.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...