• venerdì 14 dicembre 2018
  • Seguici su

NapoliCULTURAmartedì 2 settembre 2014 17:56

Napoli attraverso i volti e i pensieri della gente comune: progetto al Suor Orsola

L’iniziativa si ispira apertamente ad un format già sperimentato con successo a New York. Concorso aperto fino al 25 settembre

Riuscire a comprendere la realtà di una città dai molteplici aspetti attraverso gli scatti e le opinioni delle persone. È questo l’obiettivo principale di “La gente di Napoli – Humans of Naples”, un progetto fotografico di indagine sociale realizzato dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, con il patrocinio dei Comuni di Napoli e San Giorgio a Cremano e dell’Assessorato all’Assistenza Sociale della Regione Campania.

L’iniziativa è nata da un’idea di un giovane laureato in Scienze e tecniche di Psicologia cognitiva, Vincenzo De Simone, e si ispira apertamente ad un format già sperimentato con successo a New York.

La gente comune di Napoli viene coinvolta in maniera diretta attraverso la diffusione della propria foto e del modo di pensare riguardo ad una realtà ricca di fascino e contraddizioni. Verrà così creata una sorta di collage, nel quale ogni persona esprimerà un proprio pensiero riguardo alla città partenopea, su come ci si vive e sulla volontà di restarci o di andare via.

In questo modo, si forma un vero e proprio sistema di connessioni tra le persone e il territorio nel quale vivono, con la possibilità di migliorare quest’ultimo valutando ciò che va e che non va. Per una città che ha il desiderio di uscire dagli stereotipi nei quali viene etichettata e vuole mostrarsi per ciò che è, attraverso l’arte della fotografia.

Il concorso è aperto fino al 25 settembre e si potrà inviare una foto e un pensiero personale all’indirizzo email lagentedinapoli@gmail.com. Il meglio di questa raccolta verrà esposto in una mostra che si terrà nel prossimo mese di ottobre al Piano Mostre dell’Università Suor Orsola Benincasa. Tutte le foto saranno pubblicate sulla pagina Facebook dedicata al progetto, mentre le più meritevoli verranno utilizzate per vari tipi di pubblicità e di esposizioni fotografiche, con nome e cognome degli autori.

[di Raffaele Sarnataro ]
Potrebbe interessarti anche ...