• lunedì 17 giugno 2019
  • Seguici su

SecondiglianoCRONACAmercoledì 2 aprile 2014 14:59

Rifiuti e degrado, ''benvenuti'' a via Scippa

SECONDIGLIANO - Gli abitanti hanno raccolto centinaia di firme per chiedere la ripresa dei lavori del metrò e la riqualificazione della zona

Prima materiale edilizio di risulta, tra cui pericolosi pannelli di eternit, poi suppellettili e ingombranti. Nelle ultime ore, a completare il degradato scenario di via Scippa a Secondigliano, sono arrivati rottami di auto e pezzi di carrozzeria.

Insomma, una minidiscarica abusiva a cielo aperto, a due passi da abitazioni e da un centro sportivo molto frequentato.

"Questo - lamenta Franco Ventriglia, commerciante residente nella zona - è il risultato del più totale abbandono in cui è precipitata tutta l'area a ridosso del cantiere della metropolitana, fermo ormai da oltre due anni".

Affinchè  ricomincino gli interventi per realizzare il parcheggio,  la stazione del metrò "Regina Margherita" e riqualificare l'area adiacente, gli abitanti della zona hanno raccolto centinaia di firme indirizzate al sindaco Luigi de Magistris e al presidente della VII Municipalità Vincenzo Solombrino.

I residenti denunciano la presenza di numerose buche lungo la carreggiata, la carenza di illuminazione che favorisce il raduno di auto di coppiette quando cala il buio, l'abbandono costante di rifiuti speciali da parte degli incivili di turno.

"Certi delle conseguenze positive che la metropolitana potrebbe apportare al territorio - conclude Ventriglia - auspichiamo un'immediata risposta delle istituzioni per mettere fine ad una situazione insostenibile sotto il profilo dell'igiene e delle sicurezza pubblica".

[di Patrizio Giordano ]
Potrebbe interessarti anche ...