• martedì 17 gennaio 2017
  • Seguici su

Municipalità 8CRONACAmercoledì 15 giugno 2016 11:11

Scampia, padre Bottaccio scrive a Saviano: con questa Gomorra toccato il ridicolo

Il sacerdote gesuita sulla fiction: “Era più interessante la prima serie, dove empatizzando con i protagonisti si finiva di rigettarli per la loro crudeltà”

Nuove  polemiche sulla seconda serie della fiction “Gomorra”, le cui ultime puntate sono andate in onda ieri sera. Padre Walter Bottaccio, sacerdote della comunità dei Gesuiti di Scampia, ha scritto sulla bacheca della pagina Facebook di Roberto Saviano, senza usare mezzi termini.

"Caro Roberto, credo che hai le idee confuse. Cosa significa: "Nel racconto delle proprie ferite c'è la prova della fedeltà alla verità." Hai solo questo da dire?" E ancora: "Era più interessante la prima serie, dove affermavi che empatizzando con i protagonisti si finisce di rigettarli per la loro crudeltà. In questa serie succede la stessa cosa con Ciro Immortale? E poi il bacio al crocifisso prima dell'uccisione di una bambina è la misura del vostro ridicolo".

[di Massimo Gardini ]
Potrebbe interessarti anche ...

CHE SUCCEDE NEL MIO QUARTIERE

Inserisci i dati nel FORM sottostante per comunicare alla redazione quanto accade nel tuo quartiere.