• venerdì 23 agosto 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SCUOLAvenerdì 22 marzo 2019 19:31

Secondigliano, al Caro – 85° Berlingieri nascono i cappellini della legalità

Continua l’impegno dell’istituto comprensivo “Caro – 85° Berlingieri” di Secondigliano nella diffusione della cultura della non violenza e nel ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Lungo questa direzione si muove l’ultima iniziativa promossa dalla scuola: i cappellini della legalità.

Nella settimana nazionale dedicata alla lotta alle mafie, gli studenti di alcune classi della scuola secondaria di primo grado hanno decorato i berretti con delle frasi personali, frutto del lavoro svolto dai docenti sul tema della legalità. Fantasia, creatività, riflessioni e la pronuncia di nomi di mille vittime innocenti hanno reso la giornata particolarmente emozionante.

Gli alunni, inoltre, si sono soffermati sulle storie delle vittime innocenti dell’area nord di Napoli: Gianluca Cimminiello, Dario Scherillo, Attilio Romanò, Gelsomina Verde e Antonio Landieri. Hanno, poi, aperto un dibattito partendo da un brainstorming, analizzando le parole della legalità e della camorra.

Al termine dell’analisi, i ragazzi hanno capito che tutto parte dal pensiero umano. Da qui l’idea di riportare sui cappellini quegli slogan che ancora una volta sanciscono la spartizione tra il bene e il male in un territorio difficile, ma ricco di potenzialità positive, secondo una mission in cui i docenti si impegnano ogni giorno con tutte le forze, creando i cittadini del domani.

 

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...