• giovedì 27 luglio 2017
  • Seguici su

Municipalità 7CRONACAmercoledì 5 luglio 2017 14:51

Secondigliano, dissesti a macchia d’olio nel parco San Gaetano Errico: venerdì i primi lavori

Conferenza dei servizi a Palazzo San Giacomo, programmati i primi interventi. Continuano le proteste dei cittadini privati della villa

Da un lato la rabbia dei cittadini che si sono visti privare, in piena estate, dell’unico polmone verde del quartiere. Dall’altro il lavoro delle istituzioni per cercare una soluzione, a medio termine. E’ un fronte caldo quello del parco San Gaetano Errico, l’area verde attrezzata di Secondigliano, di competenza comunale, chiusa per seri problemi di sicurezza legati soprattutto alla presenza di grosse buche.

Il problema principale resta quello dei dissesti. Non è più questione di uno, due, tre avvallamenti, ma di dissesti che si stanno espandendo a macchia d’olio, tra i vialetti del parco, al punto da minacciare l’incolumità dei visitatori.

Ecco perché il Servizio Verde della Città di Palazzo San Giacomo ha deciso di chiudere i cancelli della villa, scatenando le proteste della gente del quartiere (stamattina un altro sit – in si è tenuto all’esterno del parco).

Per accelerare i tempi per una soluzione concreta, presso la sede dell’assessorato alla Qualità della vita, si è tenuta una conferenza di servizi a cui ha fatto seguito un sopralluogo all’interno del parco, alla presenza di consiglieri municipali, Napoli Servizi, Abc e Servizio Fognature.

Un dato è certo: in bilancio sono stati stanziati circa 130mila euro, ma l’utilizzo di questa somma non è immediato e l’importo non è sufficiente a coprire gli interventi necessari.

«Ho chiesto agli uffici preposti del Comune – spiega Pasquale Esposito, consigliere municipale del Pd – di mettere in campo ogni sforzo per ottenere la riapertura del parco in tempi rapidi. Venerdì cominceranno i primi lavori per riparare le voragini legati alle perdite idriche e risanare i punti che presentano segni di cedimento».

Decisivo il sopralluogo nel parco, almeno per ottenere nell’immediato la messa in sicurezza del parco. «Insieme all’assessore Loffredo – spiega Giuseppe Scala, presidente della commissione Ambiente del parlamentino – abbiamo chiesto ogni impegno possibile per riconsegnare il parco ai cittadini. I lavori, che saranno eseguiti da Napoli Servizi, non dureranno oltre i quindici giorni, così da permettere ai cittadini la nuova fruizione del parco. Dopo la pausa estiva, bisognerà discutere della manutenzione ordinaria, della cura del verde, della sorveglianza e della riqualificazione della villa».

Particolare attenzione è stata mostrata rispetto alla problematica anche dai consiglieri Troiano (Gruppo Misto) e Cuomo (Fdi), che hanno preso parte sia alla conferenza dei servizi che al sopralluogo.

Ora  si procederà con i primi interventi urgenti, in attesa di conoscere i tempi e le risorse per un più ampio piano di rilancio del parco, più volte chiesto dalla Municipalità.

Clicca mi piace per restare aggiornato

 

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...

CHE SUCCEDE NEL MIO QUARTIERE

Inserisci i dati nel FORM sottostante per comunicare alla redazione quanto accade nel tuo quartiere.