• mercoledì 1 aprile 2020
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAvenerdì 26 gennaio 2018 17:59

Secondigliano, rom danno in escandescenza: momenti di tensione in una parrocchia

«Dateci soldi e da mangiare». Così un gruppo di rom si è rivolto ai collaboratori della parrocchia Sant’Antonio di Padova, a corso Secondigliano. Alla richiesta dei nomadi è seguito il diniego, in quanto la parrocchia aveva già fornito il servizio di assistenza, attraverso lo sportello Caritas, ad altri soggetti disagiati. I rom, al rifiuto chiarito con toni pacati, hanno dato  in escandescenza cominciando ad inveire verbalmente, anche con minacce e urla, contro i collaboratori, al punto che uno degli animatori pastorali è stato costretto a chiedere l’intervento dei carabinieri, nel tentativo di allontanare dalla parrocchia i rom e riportare la calma necessaria ed un’atmosfera degna di un luogo di culto.

«Non è la prima volta che accadono questi episodi – spiegano dalla comunità che ha denunciato l’accaduto -. Si tratta di episodi ormai a carattere quotidiano da cui si evincono veri e propri soprusi. Non è più possibile tollerare questi atteggiamenti nei confronti di collaboratori, fedeli e all’esterno, di esercenti o passanti. Pur riconoscendo il diritto all’accoglienza e all’integrazione, non possiamo consentire questi comportamenti che potrebbero sfociare in atti di disturbo se non addirittura di  violenza. Chiediamo alle istituzioni di intervenire concretamente per tutelare i cittadini, considerato che questi soggetti non temono nemmeno più le forze dell’ordine».

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...